Archivi categoria: Laboratorio

Laboratorio

B&B Labs offre un servizio specializzato nelle analisi microbiologiche e chimiche su matrici di tipo alimentare e ambientale.

I servizi vengono svolti tramite l’utilizzo di un laboratorio accreditato UNI CEI EN ISO/IEC 17025 e riconosciuto dalla Regione Marche  (in quanto iscritto all’elenco dei laboratori di analisi ai fini dell’autocontrollo).

-Lab. n° 33, vedi elenco laboratori nel decreto Regione Marche

–  Laboratorio ACCREDIA n°1550, vedi certificato di accreditamento.

Tipi di analisi fornite:

Significato dell’accreditamento

B&B Labs Srl è certificato da Accredia con numero di accreditamento 1550

L’accreditamento attesta la competenza tecnica del laboratorio relativamente alle prove accreditate (scarica certificato). I requisiti gestionali della UNI CEI EN ISO/IEC 17025 (sezione 4) sono scritti in un linguaggio idoneo all’attività dei laboratori di prova, sono conformi ai principi della ISO 9001-2008 e allineati con i suoi requisiti applicabili.

La vigenza dell’accreditamento può essere verificata sul sito web www.accredia.it o richiesta direttamente ad Accredia stessa.

ACCREDIA (Ente Italiano di Accreditamento) è l’unico organismo nazionale a svolgere attività di accreditamento riconosciuto dallo Stato il 22 dicembre 2009, nato dalla fusione di SINAL e SINCERT come Associazione senza scopo di lucro. Con ACCREDIA l’Italia si è adeguata al Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 765, del 9 luglio 2008, che dal 1° gennaio 2010 è applicato per l’accreditamento e la vigilanza del mercato in tutti i Paesi UE. Ogni Paese europeo ha il suo Ente di accreditamento. L’Ente Nazionale è responsabile per l’accreditamento in conformità agli standard internazionali della serie ISO 17000 e alle guide e alla serie armonizzata delle norme europee EN 45000. Tutti gli Enti operano senza fini di lucro. ACCREDIA valuta la competenza tecnica e l’idoneità professionale degli operatori di valutazione della conformità (Laboratori e Organismi), accertandone la conformità a regole obbligatorie e norme volontarie, per assicurare il valore e la credibilità delle certificazioni. L’accreditamento è un servizio svolto nell’interesse pubblico.

L’accreditamento ai Laboratori di prova che viene concesso sulla conformità ai requisiti stabiliti dalla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 e alle prescrizioni ACCREDIA, è relativo alle sole prove per le quali il Laboratorio ha richiesto ed ottenuto l’accreditamento e per le quali assicura sia la competenza tecnica sia l’imparzialità del personale che l’adeguatezza delle apparecchiature e della struttura in cui vengono eseguite. Tali competenze vengono periodicamente verificate mediante controlli a campione sulle prove oggetto dell’accreditamento e sul sistema di gestione della qualità. ACCREDIA garantisce che il laboratorio è in grado di eseguire le prove oggetto dell’accreditamento secondo quanto previsto dalle relative norme o metodi di prova ma non può essere responsabile dei risultati delle prove stesse.

Il Marchio o qualunque riferimento all’accreditamento non devono essere apposti su un campione di prova o un prodotto (o parte di esso) o utilizzati per sottintendere la certificazione di prodotto né utilizzati nella documentazione concernente un prodotto. Il Laboratorio ha il dovere di rendere edotti i propri clienti di queste limitazioni e di sorvegliarne l’applicazione. Infine, il Marchio o qualunque riferimento all’accreditamento non deve essere utilizzato in modo tale da creare l’impressione che l’ente di accreditamento accetti la responsabilità per il risultato delle prove o per qualunque opinione ed interpretazione che ne possa derivare o che venga data l’approvazione ad un campione di prova o ad un prodotto.

Analisi legionella

B&B Labs tramite un laboratorio accreditato ACCREDIA n° 1550 (UNI CEI EN ISO/IEC 17025) propone ai propri clienti campionamento e analisi microbiologiche per la ricerca di Legionella Spp, oltre alla consulenza per la redazione della documentazione necessaria.

Nella conferenza stato-regioni del 7 maggio 2015, sono state riviste e aggiornate le linee guida nazionali per il controllo della legionellosi.

La legionellosi è una malattia infettiva grave e a letalità elevata.

Questa malattia viene normalmente acquisita per via respiratoria mediante inalazione di aerosol contenente Legionella spp.

In Italia si sta verificando un aumento dei casi di legionellosi, riscontrati soprattutto nelle strutture alberghiere, nosocomi  e case di cura. Questo ha indotto la Sanità Pubblica a intensificare i controlli e a redigere delle linee guida per la prevenzione e il controllo della Legionellosi.

I proprietari delle aziende sono responsabili dell’acqua che erogano, e dato che la legionellosi è una malattia mortale, si consiglia vivamente di seguire la normativa vigente.

I sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria, così come l’acqua potabile e le attrezzature sanitarie (docce, fontane), possono favorire la diffusione della Legionella spp. Per questo motivo è obbligatorio intraprendere delle contromisure per diminuire il rischio di contrarre la malattia, verificando poi il buon esito delle azioni intraprese tramite obbligatorie analisi microbiologiche.

Il numero e i punti di prelievo delle analisi microbiologiche sono disciplinati nelle nuove linee guida per la prevenzione e il controllo della Legionellosi (minimo 8-9 nel biennio).

Quali sono le aziende interessate?

Il controllo e la prevenzione del rischio legionellosi è obbligatorio per tutte le aziende aventi impianto idrico, quindi sia operanti nel settore ricettivo-turistico, (nosocomi, case di riposo, alberghi, campeggi, studi dentistici, impianti termali, palestre, ecc.), sia normali luoghi di lavoro.

Vuoi sapere come adeguare la tua azienda alla normativa vigente? Compila il form sottostante e richiedici tutte le informazioni che ti servono!

Analisi acque piscine

B&B Labs tramite un laboratorio accreditato ACCREDIA n° 1550 (UNI CEI EN ISO/IEC 17025) offre servizi di campionamento e analisi sulle acque delle piscine ad uso natatorio.

Ogni azienda in possesso di una piscina è responsabile della corretta gestione del profilo igienico-sanitario dell’impianto, come prevede la normativa (Gazzetta Ufficiale n. 51 del 3/3/2002).

Tale normativa sottolinea che devono essere analizzati i pericoli igienico-sanitari e occorre effettuare appositi controlli interni, come, ad esempio, le analisi microbiologiche periodiche.

B&B Labs S.r.l. offre consulenza per la compilazione della valutazione del rischio igienico-sanitario delle piscine, insieme con la verifica del corretto profilo microbiologico dell’acqua tramite analisi di laboratorio.

Gli utenti stessi delle piscine, più o meno sani, sono la prima causa di “inquinamento delle acque”. Capita spesso che la piscina diventi un veicolo di infezione. In questi casi sta al proprietario, in quanto responsabile dell’impianto, dimostrare agli organi ispettivi che sono stati effettuati in passato tutti i controlli necessari.

Hai una piscina?  Affrettati ad effettuare le analisi microbiologiche, contattaci per richiedere un preventivo!

Analisi acque potabili

B&B Labs tramite un laboratorio accreditato ACCREDIA n° 1550 (UNI CEI EN ISO/IEC 17025) offre servizi di campionamento e analisi sulle acque, per il controllo dell’igiene nel settore alimentare e per la sicurezza dell’acqua utilizzata in ambito domestico.


Acque erogate dalle aziende

In Italia la normativa (art.40 della L. 7 luglio 2009, n. 88; Legge Comunitaria 2008) prevede che i titolari delle aziende alimentari si avvalgano ESCLUSIVAMENTE di laboratori iscritti agli elenchi regionali, e quindi accreditati ISO 17025 per lo svolgimento delle analisi microbiologiche previste.

In Italia tutte le acque fornite dai distributori di servizi comunali sono controllate e trattate di norma fino al punto di consegna, costituito fisicamente dal contatore. Quindi l’azienda è responsabile della salubrità dell’acqua erogata dai propri rubinetti.

Le analisi dell’acqua diventano necessarie qualora:

– l’età dell’impianto superi i 10 anni

– la struttura dell’impianto idrico sia idonea alla moltiplicazione microbica (presenza di ristagno dovuta a rami morti, considerevole lunghezza delle tubazioni, presenza di vasche d’accumulo, ecc.)

– siano presenti filtri o addolcitori

– siano presenti erogatori di bevande multiple, spine, ecc.

Sempre più spesso, in relazione anche all’invecchiamento degli impianti idrici e all’uso di addolcitori e filtri, si riscontrano valori assolutamente non idonei nelle analisi effettuate sulle acque delle aziende. Invece che correre ai ripari in seguito ad un accertamento dell’organo ispettivo o ad una segnalazione da parte di un cliente, consigliamo vivamente di effettuare continua manutenzione dell’impianto e di verificare la bontà dell’acqua tramite le apposite analisi microbiologiche.

I parametri di analitici dell’acqua destinata al consumo umano in Italia vengono descritti nel D.Lgs. 31/2001.

La vostra azienda eroga acqua conforme alla normativa? Compila il form sottostante e richiedici un preventivo!

 

 

Acque ad uso domestico (solo per privati):

Avete il sospetto che l’acqua di casa vostra non sia “buona da bere”? Avete notato alterazioni di odore o colore dell’acqua che scende dal rubinetto? utilizzate acqua proveniente dal pozzo e non volete rischiare di ammalarvi?

Chiedete un preventivo compilando il form sottostante! Per i privati sono disponibili pacchetti “base” per un analisi preliminare della vostra acqua, a partire da 30 €!

Analisi ambientali

B&B Labs S.r.l. propone piani di campionamento ed analisi per quanto riguarda le tematiche ambientali:

– Campionamento ed analisi per lo studio delle emissioni in atmosfera

– Campionamento ed analisi per l’attribuzione del codice CER del rifiuto da smaltire

La tua azienda produce un qualsiasi tipo di rifiuto o emissione in atmosfera? Scopri se la tua azienda è a norma: contattaci per richiedere tutte le informazioni che interessano la tua attività!

Analisi alimenti

B&B Labs tramite un laboratorio accreditato ACCREDIA n° 1550 (UNI CEI EN ISO/IEC 17025) offre servizi di campionamento e analisi su matrici alimentari o superfici, per il controllo dell’igiene nel settore alimentare.

In Italia la normativa (art.40 della L. 7 luglio 2009, n. 88; Legge Comunitaria 2008) prevede che i titolari delle aziende alimentari si avvalgano ESCLUSIVAMENTE di laboratori iscritti agli elenchi regionali, e quindi accreditati ISO 17025 per lo svolgimento delle analisi microbiologiche previste.

Difatti la sicurezza alimentare esige che gli alimenti vengano preparati e controllati in modo appropriato, in modo da prevenire eventuali contaminazioni. Un’accurata analisi degli alimenti è dunque prevista e necessaria (oltre che obbligatoria) per tutelare la salute dei consumatori. In Europa l’analisi degli alimenti è basata sull’applicazione dei criteri microbiologici descritti dalle normative Reg CE 2073/05 e Reg CE 1441/07. Tali normative descrivono quindi “quali” e “quanti” tipi di batteri e parassiti occorre controllare nei diversi prodotti alimentari.

Tutti i  campionamenti verranno effettuati da personale esperto e analizzati da laboratorio iscritto negli elenchi regionali  (l’unico modo per poter emettere referti “riconosciuti” in ambito alimentare).

Analisi sul prodotto 

A seconda della tipologia e produzione dell’azienda alimentare,  possono essere obbligatorie determinate analisi sul prodotto. Ad esempio: aziende che vendono prodotti confezionati devono necessariamente effettuare l’analisi microbiologica dei prodotti all’interno del periodo di scadenza. Oppure aziende che contano un grande numero di clienti giornaliero, o che producono alimenti “a rischio” (es. a base di uova, latte, ecc.) devono, a seconda dei casi, dimostrare di effettuare lavorazioni sotto un regime igienico controllato. Solitamente vengono ricercati almeno 4 parametri microbiologici (il numero e la tipologia dei parametri microbiologici ricercati può comunque variare a seconda dei casi).

Analisi tampone 

Le analisi microbiologiche effettuate su tamponi di superficie sono estremamente utili per stabilire la bontà delle pratiche di pulizia di un’azienda alimentare. Si rendono necessarie qualora si voglia testare il corretto funzionamento di un processo o di una pratica igienica specifica, messi in atto dall’azienda alimentare. Solitamente vengono ricercati almeno 2 parametri microbiologici.